IL MANAGEMENT DEL TERZO MILLENNIO

Testimoni d’eccellenza per l’evento con Patrizio Paoletti

Grande successo di pubblico per Visione&Creatività
Si è svolto a Milano il 23 novembre Visione&Creatività, un percorso interattivo di educational training rivolto a tutte le persone e le aziende che desiderano acquisire metodologie e procedure per innalzare gli standard qualitativi della propria attività.

Davanti a una attenta platea internazionale di oltre cinquecento persone tra manager e imprenditori, Patrizio Paoletti ha sottolineato l’importanza di educarsi costantemente ad educare per creare una nuova “civiltà del sapere”, fondata non su convinzioni fisse e filtrate ma sull’osservazione neutrale di dati.

Successivamente Ennio Doris, il primo dei tre ospiti previsti, è intervenuto con uno speech dal titolo “La ricchezza della visione”, in cui ha raccontato le tappe principali della sua vita che lo hanno portato a divenire il proprietario della prima banca multimediale italiana, Banca Mediolanum.

“Anche se il mondo sembra stare attraversando una specie di ‘tempesta perfetta’, che ci fa vedere tutto buio, io continuo a ripetere che niente può farmi diventare pessimista” Doris ha illustrato il suo ottimismo anche con alcune cifre: “la mia banca”, ha detto, “è l’unica azienda al mondo ad avere aumentato i suoi profitti, con un incremento del 55% sulla cifra raccolta. E questo grazie all’impegno straordinario dei miei circa 6000 collaboratori”.

Dopo l’intervento di Doris, Patrizio Paoletti ha sottolineato che “Gestire il sapere è un compito che viene enormemente facilitato quanto più spesso viene messa in atto questa procedura”.

Il secondo ospite della giornata, Michael Kell Ryan, è invece intervenuto sul tema “Come creare il centro in periferia – case history di RyanAir”.

Ryan ha fornito alcuni consigli su come le aziende di oggi possono affrontare l’attuale periodo di crisi: “Per creare un’impresa di successo è necessario ricordare costantemente il proprio core business e prendere rischi ben calcolati. Avere visione, sapere innovare e controllare costantemente i costi è essenziale, la lezione è che se non si cambia costantemente, non si sopravvive”.

Il terzo ospite, il neuroscienziato Giacomo Rizzolatti, ha invece presentato un intervento dal titolo “Imparare attraverso le cellule specchio”. Rizzolatti ha fatto notare come la scoperta del sistema specchio contraddica una visione eccessivamente individualistica dell’umanità: “Sappiamo adesso che la felicità degli altri ci è necessaria”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares