Doppio appuntamento per Patrizio Paoletti in Israele

Ieri mattina Patrizio Paoletti è intervenuto a Tel Aviv alla conferenza “Inner Design Technology and The Proactive Brain” all’Università Bar Ilan presso il Gonda Multidisciplinary Brain Center. Hanno preso parte all’incontro anche il direttore del Gonda Centre Moshe Bar e la ricercatrice della Fondazione Patrizio Paoletti (FPP) Tal Dotan Ben Soussan.

Tema principale della conferenza neuro scientifica è stata una ricerca internazionale che ha dimostrato come alcuni movimenti del corpo potenzierebbero le capacità cerebrali dell’uomo, aumentando la creatività e la capacità di problem solving, indipendentemente dell’età. Lo studio, pubblicato sulla rivista Plos One, è stato condotto da  ricercatori provenienti da alcune delle Università più prestigiose del mondo ed è nato dall’intuizione della Fondazione Patrizio Paoletti.

La ricerca, che ha richiesto oltre 43.536 ore di lavoro, ha dimostrato che gli emisferi del cervello possono essere messi in una più efficace cooperazione tra loro grazie ad alcuni specifici movimenti che si possono eseguire nella vita di tutti i giorni. “Il Quadrex è la piattaforma tecnologica che consente l’applicazione quotidiana di questa importante scoperta”, afferma Patrizio Paoletti, che in serata ha inoltre presenziato l’evento  ‘21 Riflessioni sulla Gratitudine’.

C’è stata grande attesa anche a Tel Aviv per un appuntamento che ha visto in sala 500 persone presenti. In terra israeliana, il messaggio di gratitudine di Patrizio Paoletti ha contribuito, più che altrove, ad alimentare la cultura della pace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares