Prosegue l’International Tour di Patrizio Paoletti

Sold out per i primi tre appuntamenti di 21 riflessioni sulla Gratitudine

Oltre 2.500 persone hanno preso parte alle prime tre tappe del tour internazionale di Patrizio Paoletti ’21 riflessioni sulla Gratitudine’. Le porte si sono aperte lo scorso 17 aprile a Milano presso l’Atahotel Quark; il giorno seguente è stata la volta di Roma presso l’Aula Magna dell’Università La Sapienza. Il 15 maggio il tour ha toccato la città di Padova presso la Sala dei Giganti della Facoltà di Filosofia dell’Università degli Studi.

Protagonista Patrizio Paoletti che ha portato in sala le sue ‘21 riflessioni sulla gratitudine’.
Messaggi profondi che sono giunti ai tanti ospiti presenti. La prima tappa, tenutasi a Milano, ha dato il via al tour con 1200 ospiti in sala di ogni età, professione, estrazione sociale. Sold out anche la seconda tappa il 19 aprile nella Capitale con 800 ospiti e la terza con 500 presenti a Padova.

Il prossimo step, al di là dei confini italiani, vedrà Patrizio Paoletti a Tel Aviv il 23 maggio. Il tour proseguirà il 5 giugno a Locarno e il 12 giugno a Catanzaro.

‘21 Riflessioni sulla gratitudine’, stimola una profonda interrogazione per conoscere meglio se stessi, scoprirsi, riprendere fiducia sul presente e sul futuro. Ventuno passi per rileggere meglio cosa sta accadendo nel mondo in continuo divenire. Con l’obiettivo di tener vivo il senso di riconoscenza proprio quando tutto spinge a recriminare gli errori, le colpe altrui.

Gratitudine è amore per la vita stessa, “focus sulle giuste priorità e la più grande è saper stare con se stessi”, dice Paoletti in testa e coda ad ogni incontro.

L’entusiasmo dei partecipanti si esplica nelle tante testimonianze profonde giunte in seguito all’evento. Queste le parole di un ospite: “Ieri sera è stata una grande festa , la sala era piena, le persone erano felici, c’era nei loro occhi una luce di indagine e di nuove domande che brillava”.

21 passi di riflessione sulla gratitudine come chiave per interrogarsi sulla vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares