Il Te migliore di Te

Il tema di cui parlo tanto ultimamente è il te migliore di te. Che cosa intendo dire con questa definizione? Iniziamo dal mio Metodo OMM the One Minute Meditation.

Non lasciatevi ingannare dal nome: il metodo OMM non è solo un minuto di silenzio in cui si resta in ascolto del proprio respiro, ma molto di più. Il Metodo OMM è raccontarti la tua storia in modo nuovo con un linguaggio proattivo, propositivo, che possa sostenerti, nutrirti e motivarti ogni volta che ne senti il bisogno. Questo punto di vista diverso, spostandosi dalla difficoltà alla possibilità, ti permette di vedere te stesso cambiare nel mondo che cambia.

In uno dei miei video dico una cosa semplice: noi tutti siamo qui per un sogno.

Da quando l’uomo esiste, esiste la violenza e ogni giorno veniamo bombardati da messaggi violenti, che incutono e seminano nei nostri cuori paura, ma mentre tutto questo accade, nel nostro cuore e nella nostra mente sappiamo di essere anche altro.

Noi non siamo solo delle persone pavide, spaventate, timorose o violente.

Noi siamo qui per un sogno, un sogno certificato dalla nostra volontà di migliorarci, dal nostro sentire di voler cambiare le cose.

Infatti, ognuno di noi desidera nel suo cuore essere diverso, essere migliore. Poi, casomai non sempre ce la facciamo, ma lo desideriamo.

Il Metodo OMM nasce proprio per questo: esso ci aiuta a scoprire quella rosa di valori e di emozioni che sono dentro di noi, che una volta incontrate, scoperte, comprese, rielaborate, ci permettono di liberarci da quelle risposte meccaniche che inevitabilmente diamo (per stress, emozioni negative, stanchezza…) ad alcune sollecitazioni del nostro quotidiano anche se non vorremmo.

Le persone sono solite chiedermi: “Come posso migliorarmi?”

La risposta è semplice, devi partire da te e, imparando a dialogare con te stesso, allenarti a dirti:

“Io sono ok, credo in me stesso, guardo oltre l’orizzonte e affermo che posso migliorarmi.

Celebro la capacità, la comprensione, l’illuminazione, l’intuizione. Lascio andare gli attaccamenti che m’imprigionano, prendo distanza da quel moto caotico di emozioni che mi travolge facendomi fare ciò di cui, un attimo dopo, mi sono già pentito. Dico a me stesso: “Basta!  Interrompo quelle abitudini che non mi fanno esprimere quel me migliore di me che invece voglio essere”.

Tutti quanti noi sogniamo ed inseguiamo, respiro dopo respiro, attimo dopo attimo, giorno dopo giorno nella nostra vita, quella dimensione che chiamiamo pace, che non è l’assenza della guerra, ma uno stato interiore del nostro essere così potente da poterci cambiare la vita, così autentico e vero che quando si manifesta cambia la vita degli altri intorno a noi.

Il nostro problema è che a volte ci concentriamo troppo sul nostro limite fino a immergerci in una frustrazione profonda, ci limitiamo a vedere noi stessi così come siamo e non ci concentriamo, invece, su ciò che possiamo divenire, sulle risorse profonde che abbiamo dentro di noi, dalle quali dobbiamo partire per manifestare un altro, nuovo, migliore noi stessi.

Migliore perché più autentico, più vero, meno schiavo delle risposte automatiche, meno schiavo di tutte quelle convinzioni e convenzioni che abbiamo ricevuto e fatto nostre, senza neanche accorgercene. Migliore perché libero di scegliere, di discriminare.

Libero perché capace di un senso critico, personale.

Ognuno di noi è un individuo, e in quanto tale, deve confrontarsi con la vita e farla sua comprendendola, scoprendola, immergendosi in essa senza nessuna paura.

Dobbiamo lasciare andare la paura che abbiamo quando gli altri intorno a noi non ci apprezzano perché stiamo cambiando e addirittura ci rigettano.

Sii concentrato sul tuo destino, non lasciare che la vita te lo rubi.

Non lasciarti invadere da tutte le cose che non hanno nulla a che fare con ciò che ami davvero, con ciò che è davvero importante per te. Non permetterlo a nessuno.

Ci sono tre cose che fanno la differenza nella vita: la pace, l’orientamento e l’amore. Concentrati su dove vuoi andare e accertati che la via intrapresa ti conduca lì.

Vivi ogni giorno pieno d’amore, vivi ogni giorno pieno di speranza, pieno di fiducia in te, presta attenzione agli altri e impara a riscrivere il tuo futuro per costruire quel nuovo te stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares